Menu Chiudi

L’importanza di un software antivirus

Software di sicurezza contro attacchi informatici

Un antivirus o, meglio, un software di sicurezza è ormai una presenza imprescindibile sui nostri computer, in particolar modo se utilizziamo Microsoft Windows. L’importanza di un software antivirus è altissima, in quanto questo è l’unico scudo, oltre a un sistema operativo aggiornato, verso quei software che potrebbero danneggiare il vostro sistema, i vostri dati o addirittura sottrarvi informazioni personali e riservate.

Ma di cosa si tratta?

Per farla semplice, un antivirus è un programma (o una suite di programmi) che si occupa di proteggere il nostro PC da diverse minacce, come ad esempio virus, software malevoli, attacchi informatici, furto di informazioni personali.

Esistono diversi tipi software antivirus, più o meno specializzati, gratuiti o a pagamento, che funzionano monitorando il PC in tempo reale oppure effettuando scansioni su richiesta.

Per quanto riguarda i computer equipaggiati con Windows, a partire da Windows 8, il sistema operativo ha già incluso di serie un antivirus con funzioni base di protezione, mentre fino a Windows 7 andava installato manualmente.

Quale scegliere?

Innanzi tutto bisogna distinguere tra soluzioni gratuite e a pagamento. Solitamente le soluzioni gratuite sono tali esclusivamente per uso personale e non per uso commerciale. Quindi, se si dovesse utilizzare la versione gratuita di un software antivirus in ambito lavorativo, non si sarebbe in regola con la licenza.

Oltre che per questioni di licenza, solitamente la differenza tra gratuito e commerciale risiede nella quantità di funzionalità aggiuntive rispetto al motore antivirus base.

Effettuata questa prima scrematura, gli altri parametri per la scelta di un software antivirus riguardano l’affidabilità, l’impatto sul sistema operativo, quali funzioni offre oltre a quella di antivirus.

Affidabilità

Quanto e come sa fare bene il suo lavoro. Un antivirus solitamente riconosce i software malevoli attraverso due principali modalità: un elenco di “firme”, cioè una lista nota di virus e altri programmi dannosi che vengono quindi bloccati e rimossi prima che possano infettare il computer; un’analisi euristica del comportamento di un software, per valutare se possa essere dannoso o meno, così da bloccare anche virus al momento non ancora conosciuti.

Questo, però, può portare a valutare erroneamente come pericoloso un software legittimo col rischio di causare problemi (falsi positivi).

In passato un falso positivo ha addirittura portato un famoso e diffuso antivirus a rilevare come dannoso un legittimo file di sistema di Windows, quindi vitale per il suo corretto funzionamento, di fatto impedendone l’avvio.

Impatto sul sistema operativo

Un software antivirus ha, per forza di cose, un impatto sulle prestazioni del nostro PC, in quanto deve essere sempre attivo e deve verificare in tempo reale file e flussi di dati. Questo per riuscire a bloccare virus, trojan o malware in generale prima che questi possano infettare il sistema operativo.

Funzionalità extra

L’importanza di un software antivirus è principalmente data dalle funzionalità di protezione verso programmi malevoli. Molti però offrono, di solito nella loro versione commerciale, anche molte altre funzioni.
Queste sono, ad esempio, firewall, funzionalità di ottimizzazione e pulizia del registro, del disco rigido o SSD e del sistema operativo, VPN e altro.

Ma se da un lato possono essere un valore aggiunto, dall’altro rischiano di sovraccaricare il sistema con funzionalità alle quali non siamo interessati.

Compatibilità con altri software

Ebbene sì, ci sono situazioni in cui un software antivirus potrebbe non andare bene in un determinato ambiente di lavoro perché va a interferire con il corretto funzionamento di altro software legittimo. Spesso si tratta di software gestionali personalizzati utilizzati in aziende e uffici. In questo caso la scelta del nostro software di protezione è influenzata anche da questa situazione, che occorrerebbe conoscere e valutare in anticipo, se possibile.

Conclusioni

Una cosa che può aiutare a scegliere e a testare la compatibilità con i propri software, è la possibilità di utilizzare gli antivirus commerciali per un periodo di prova gratuito, di solito 30 giorni, spesso più che sufficienti per accorgersi di eventuali problematiche.

Alla fine potrebbe comunque non essere facile scegliere, specialmente se non si è molto pratici. La cosa migliore, dunque, è quella di cercare informazioni o affidarsi ai consigli di un professionista, specialmente per quanto riguarda le soluzioni in ambito lavorativo.

Posted in Sicurezza, Software

Potrebbero interessarti:

Torna in alto